san pietro - CHIESA-BACENO

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

san pietro

LA CHIESA > LE PAGINE DEGLI ALTARI



L’ALTARE DI S. PIETRO

Proseguendo si incontra una monumentale statua di S. Pietro in cattedra, in legno indorato e colorato, racchiusa da grandi vetri.  A lato pochi gradini portano alla piccola porta del campanile e a quella della vecchia sagrestia.  L’arco che separa il presbiterio dall’altare di S. Pietro è illustrato con le figure dei Patriarchi; da nord  sotto e seguendo:  Abramo (foto 24), Tobia, Noè, Davide  Giona e Mosè.  Il pilastro alla base è affrescato con le figure di
S. Rocco a sud,  poi S. Apollonia e S. Caterina di Alessandria. Sul lato verso la navata centrale una Madonna del 1509, eseguita dai novaresi De Campo.  Da notare, la base di questo pilastro per circa 80 centimetri è in pietra viva.



Sopra l’altare di S. Pietro, sostenuta da due colonne tortili, una grande tela del 1604 che illustra l’Assunzione della Madonna, opera di “Nuccius Avanzinus”. Ai lati, due armadietti sospesi contenenti i busti in rame argentato di S. Pietro e S. Paolo.  Il paliotto, in scagliola nera è del tutto simile a quelli dell’altare maggiore e della Madonna. Sopra l’altare un baldacchino, olio su cuoio, con uno splendido Padre Eterno, opera di artista sconosciuto.  Il cielo della crociera è ombreggiato con motivi gotici in bianco e nero, con i simboli degli Evangelisti e dei Dottori della Chiesa.  La parete di levante è affrescata con quattro scene della vita di S. Gaudenzio.  Nella parte superiore della finestra un tondo e quattro spicchi di vetri istoriati di scuola tedesca a testimoniare l’antica bellezza. Nel tondo, il Cristo crocifisso fra la madre ed il discepolo Giovanni e, negli spicchi, degli angeli. Da notare nel pavimento, i granati incastonati nella  roccia viva.

A Nord sopra l’arco, una lunetta affrescata con l’episodio della conversione di S. Paolo sulla via di Damasco.  Come detto, tutti i verticali sono opera dello Zanetti.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu